giovedì 21 settembre 2017

QUESTIONI DI CUORE


Andiamo al Mirteto.
Qualcosa è cambiato.
Hanno recintato gli edifici, dichiarati tutti pericolanti.
In diversi punti la rete è stata divelta, i pali che la sorreggevano sono stati presi, si presume, ad accettate, il vandalismo, in questo caso, ci permette ancora di accedere all'interno della chiesa, il tetto non c'è, l'altare sì, il pavimento insomma.
Ma la vera novità è un'altra. Le capre. Una dozzina di capre.  Tutte diverse. M'avevano detto che  erano tremende, di starci attento. Oggi erano sorridenti, una poi, voleva venire in giù con noi, forse l'abbiamo accarezzata troppo, ma sai com'è, ti ci piglia la mano.
Sul ritorno, al Cisternone, trovo un cuore di vetro blu. Piccolo, nuovo, perso da poco, senza i segni del tempo. Penso di portarlo con me, metterlo in macchina, un amuletino-ricordino.
Poi passo davanti a questa lapide.


Il mio piccolo cuore di vetro blu l'ho messo sulla lapide, m'è venuto naturale.
Se lo cercate, è lì.



foto pietredellamemoria.it e marco83.com   (wiki)

lunedì 11 settembre 2017

UN PASSATO FAI-DA-TE


Avevo saputo di questa storia anni fa.
Un uomo che s'inventa il suo passato. E lo fa così bene che tutti ci credono.
Sostiene di essere stato internato in un campo di sterminio nazista.
Arriva ai massimi livelli dell'associazione deportati.
Ma uno storico lo sgama e la truffa finisce.





domenica 10 settembre 2017

EUTANABLOG ?


A maggio questo blog compirà dieci anni. Questo è il post numero 917. Con un po' di sforzo, potrei far coincidere lo scoccare del decimo anno, con l'avvento del millesimo post. Ma il pensiero mi va  a questo pensiero di Sburk:

Mi rendo conto che questo blog ha sempre meno senso. Ogni tanto ho degli sprazzi di attività ma mi sembra che siano veramente poca cosa. Ogni tanto penso di smettere. Ma al blog ci sono affezionata. Forse non è più tempo di blog.

E non mi riesce non esser d'accordo, i blog, come questo mio, sono invecchiati, e quest'invecchiamento, negli ultimi due o tre anni, ha avuto una vorticosa accelerazione. Ma cioè, cos'è che è cambiato? (C'entra qualcosa l'avvento degli smartphones?)




immagine da tomshw.it

giovedì 31 agosto 2017

BOLLE DI VITA


Pisa - Tirrenia, andata e ritorno.
In bicicletta.
34 km, che per me, sono tanti.
Il pezzo di ciclabile tra Via Battisti e Via Conte Fazio.
I fichi d'India, i graffiti, i tubi, le scritte sceme, le case basse: piccoli giardini per cenare, piccoli terrazzi per una birra sul mondo, tutto un po' lasciato andato con amore. Poi verso la Saint Gobain la ciclabile raddoppia, ma per poco, finisce subito.
Una pista ciclabile da Pisa fino al mare, dice la faranno, quanto ci vorrà?
Quando ci sarà, potrò dire alla mia amica tedesca 
-Si va al mare in bicicletta, non è troppo lontano-.
Sarà un giro bellissimo.

mercoledì 30 agosto 2017

AIKU


Abbracciarsi.
E' solo un abbraccio, una cosa d'affetto.
Però continua.
Totale trasporto.
E allora dai, la bacio sul collo.
Non troppo, non tanto, un po'.
Forse mi sta tentando.
Forse mi vuole bene.
Forse ho esagerato.

martedì 29 agosto 2017

QUALCOSA TI TROVO


Presto i libri a chi mi pare.
Amici mi chiedono -c'hai nulla da farmi leggere?-
-Qualcosa ti trovo, passa-
Quest'estate ho prestato Cane mangia cane e Una banda d'idioti.
Autori blindati. 
Poi il romanzo sulla storia del gruppo punk pisano CCM e ho prestato anche quello del chitarrista dei CCCP a Berlino, e volevo prestare pure l'autobiografia di Kim Gordon dei Sonic Youth, e da un po' ho prestato quel romanzo sui Rolling Stones che vanno in Marocco,  quando Anita lascia Brian e si mette con Keith, mi pare.


venerdì 28 luglio 2017

EMILIA BALCANICA




Le buone letture dell'estate.
Noi, la storia, i morti e i fantasmi, la guerra e quell'inafferrabile speranza che ci ostiniamo a chiamare.... (e se questa frase a effetto la finiste voi?)

martedì 18 luglio 2017

QUESTE TRAME DENTRO ME


Mi sono messo nei pasticci.
Ho scoperto anch'io novità scottanti sul caso Moro.
Una macchina mi segue, ombre sinistre si muovono in giardino.
Mi sento in trappola. Mafia, massoneria, brigate rosse, chi è che mi pedina?
Per fortuna ho trovato questi buoni consigli, ora posso difendermi con efficacia.


(Sto scherzando, s'era capito? Son tutte cazzate e fanno schiantare dal ridere).



immagine deviantart

venerdì 14 luglio 2017

HONDA SU HONDA


E sulla famosa motocicletta Honda, vacilla il mio complottismo.
Chi c'era sull'Honda mentre la scorta di Aldo Moro veniva trucidata dalle brigate rosse  il 16 marzo '78?
Il senatore Pellegrino dice di credere alla ricostruzione del br Raimondo Etro: sulla moto c'erano due scemi che avevano saputo in anticipo dell'azione.
L'ispettore Digos in pensione Enrico Rossi dice che c'erano due uomini dei servizi segreti (smentito anche dal senatore Miguel Gotor ).
Che la moto ci fosse, lo dice prima di tutto l'ingegner Marini, che a suo dire fu bersagliato da una raffica sparata dal passeggero della moto. Qualche colpo finì sul lunotto del suo motorino, o così pare, perché qui non ci sto più a capire una sega. 
Proseguo col resoconto stenografico dell'audizione del senatore/giudice/avvocato Ferdinando Imposimato.  E riecco la moto Honda, e Marini che dice di riconoscere nel br Corrado Alunni uno dei due uomini sulla moto. Imposimato dice che è impossibile perché quel giorno Alunni era già in galera, a Regina Coeli. A me risulta che Alunni fosse libero, sarà arrestato nel settembre 1978.
Mi sto incasinando la vita e non scoprirò niente di nuovo.
Per oggi facciamo che la moto non c'era e che il testimone Marini non è attendibile, come argomenta l'ex br Paolo Persichetti. 
Poi domani vediamo.