sabato 3 marzo 2012

I 14 GIORNI DELLA SCIMMIA


Ho appena eliminato il mio account su facebook.
Nei prossimi 14 giorni potrei riattivare l'account in qualsiasi momento.
Facebook dà dipendenza, e, come tutte le droghe, è difficile fermarsi all'uso senza sconfinare nell'abuso. Provo a far passare queste due settimane, provo a fare cose più interessanti, più creative. Leggere, cucinare, scrivere, stare seduti ad ascoltare controradio aspettando che ti arrivi un messaggio di lei che non ti caca da mesi, suonare, andare in bicicletta, aggiornare questo blog quasi tutti i giorni. Vedere gente, fare cose inutili ma solide. Al limite mi butto un po' su twitter e chatto a ore su skype, allargo le cerchie su google+. Poi tornerò anche su facebook, ma come anonimo. Anonimissimo. Solo per arrivare a più gente possibile (si dice così, no?). Che ne dici tu, caro anonimo?

6 commenti:

Jackres ha detto...

se a uno ni piace drogassi va bene anco la merda di struzzo...

Anonimo ha detto...

Ico, ma a cosa serve Facebook? e Twitter?

carte ha detto...

povero ico
facebook non è un problema,se uno sta bene.

ico ha detto...

Avanti Anonimi, avanti!

Anonimo ha detto...

Per me son tutte forme di schiavitu' moderne.
Ipad, ipod, Icaz, twitter, fb, e tutta la merda simile.
Quando ero giovine, uscivo di casa e nessuno sapeva dove cazzo fossi (deh.. ero a gioa a pallone!) ne mi si poteva contattare sino all'ora di cena, quando arrivavo come i gatti a pretendere il pasto... si era di gran lunga piu felici, vai.

Anonimo ha detto...

i social netuorc servono a far sentire meno sole le persone. te unnhai punto bisogno, ma io nemmeno. allora cosa ci faccio io?! in effetti mi compica la vita.