domenica 10 giugno 2012

LA SCRITTURA FELINA

Io questo libro ce l'avevo. C'era la ricetta della pizza liquida, una zuppa di roba più che altro in scatola. E poi diceva che le idee sono come i gatti, che sono loro che vengono da te, a volte sul letto e soprattutto d'inverno. Diceva un altro cose di cose ganze questo libro, ma non lo trovo più, questo libro. Io ci avevo quello con copertina gialla, molto meglio la successiva.
 Ray Bradbury - Lo Zen nell'arte della scrittura - DeriveApprodi
Foto con gatto da /http://alligatore.blogspot.it/


Per un attimo ho pensato che l'Alligatore che conosco si fosse fatto il blog e che il libro nell'angolo gliel'avessi prestato io. Ma trattasi di altro Alligatore. 


 PS - Ho ritrovato il libro. Mi ripiace. Ti parla direttamente, entra e scombussola. Per chi vuole scrivere. Per chi scrive già. Per chi ha smesso e s'è messo a giocare in rete coi vampiri e con gli zombies.  Che non c'è nulla di male sempre che. Che questa questa cosa di scrivere ha i suoi contrappassi, anche solo il post in un blogghino. Bradbury dice di  farsi lunghe passeggiate. In città di notte. In campagna di giorno. Per nutrire la musa.

1 commento:

sburk ha detto...

me lo presti