domenica 16 dicembre 2012

IN THE WINTER DARK


Gente strana, i libri.
Avrò comprato questo libro a metà prezzo dieci ani fa, forse di più.
La copertina, le note sull'autore, le prime righe, le righe a caso.... e quel fiuto che quando sembra esserci ci fa fare un piccolo salto in un vuoto senza rischi, al limite un po' di noia e l'abbandono. Abbandonai la lettura di questo romanzo credo non oltre pagina venti. Ora lo ritrovo e il nome dell'autore è Tim Winton. E ora stai a vedere che mi piace anche questo. Stai a vedere che me lo mangio. Doveva stagionare lui, o probabilmente io.
Dà speranza scoprire scrittori nuovi, gente che scolpisce storie con le parole.
Diceva Monicelli la speranza è una trappola.
Ma a volte sperare è un'azione involontaria.
Mi sono alzato che era buio.

Nessun commento: