venerdì 4 gennaio 2013

FIGURETTE


Dedico con molto cuore questo post alle persone con l'agenda tendenzialmente vuota. Quelli che a giro con le donne sai già che... figurette! Quelli con pochi appuntamenti, poche cose da fare,  ti chiamo mezzora prima e arrivi sorridente. 
Due ore allegre per cena, che c'hai da alzarti presto, discorsi sul passato, perfetti per una pizza da Giorgino, accanto alla gigantografia di Klaus Bergreen. Vino della casa e ponce alla livornese senza sassolino. Sì lo so questo post è pisano, troppo pisano, che qualcuno di fuori sa 'na sega cos'è il sassolino. E' un liquore che sa di anice, credo la sambuca l'abbia distanziato parecchio nello spazio della correzione del caffè. Nel mio bar, che non è mio in senso stretto, ma che sento mio a livello spirituale, se chiedi un ponce alla livornese, Marco o Ale, di solito, chiedono ci vuoi il sassolino? 
A me il ponce mi garba anche d'estate. Ma una versione fredda del ponce alla livornese è già stata tentata?
Ho preso un romanzo al 25% di sconto.
John Cheever - Cronache della Famiglia Wapshot - Feltrinelli
Io lo sento che mi piace. Qualcosa già sapevo di quest'autore e poi in bellavista in quarta l'acclamazione di Philip Roth. L'unica cosa: è del 1957. Preferivo più recente. Io, più che altro, dal '65 in poi.
Intanto mi leggo la biografia di Limonov. Una vita avventurosa come un romanzo molto avventuroso. In quanto alle sue idee, a quello che sostiene, sospendo il giudizio.  Sospendo con freddezza e distanza. Evito anche paragoni ingombranti, che però mi son sortiti fuori naturali. Evito. Mi sembra che l'autore francese Carrère chiarisca bene quanto il buonsenso possa essere corroso dal carisma. Anonimo: dimmi qualcosa te, sembreresti un tipo abbastanza informato.

foto da heyhotshot.com/blog/

6 commenti:

erica ha detto...

T'è scappata li "i" di Carrière.
Parecchio di palo in frasca questo post

Ico Gattai ha detto...

Molto Palo in Frasca, sì.
Emmanuel Carrère - Limonov, una lettura appassionata.
Volevi dire Carrière, perché?

erica ha detto...

perché mi piaceva di più

Ico Gattai ha detto...

ho cancellato due post di anonimo: uno diceva che fegato fa cacare, un altro che è un capolavoro. Esagerazioni che non cancello solo se chi le scrive ci mette la faccia.

Anonimo ha detto...

Insomma per restare anonimi bisogna dire: Fegato ha i suoi alti e bassi.

Anonimo ha detto...

Visto che leggi solo roba uscita da ieri in poi, ti consiglio questo, anche se forse non è il tuo genere (non tratta di puttane, sbronze,
bassi striduli, Chevy Impala, etc).
http://www.ibs.it/code/9788806207533/binet-laurent/hhhh-il-cervello-di.html