venerdì 22 febbraio 2013

25 IURI CIRCA







Vado in città abbastanza deciso. A comprare un libro fresco, a prezzo pieno.
Che c'è un prete che va in Groenlandia che in Danimarca non ce la fa più.
Ho letto l'intervista all'autore su repubblica, e lo so che mi piacerà. Poi vi faccio sapere, ma in questo periodo mi ci va proprio un cocktail di bollenti spiriti che aprono fiordi nel permafrost, bibbia invecchiata dentro cassapanche nella taiga e della vodka solo l'odore.
Poi passo dalla libreria a metà prezzo che mi garba a me. Col jazz che mette quella fretta pruritica per concludere, e ci sono giorni che in un'ora non ti convince nulla, stasera invece con questo jazz veloce che fra poco finirà e va bene così, stasera esco con storie che mi fanno voglia. Il rischio è contenuto.
Due di questi romanzi sono fatti  di racconti e mi sono preoccupato, ormai avevo pagato, ma sembra che siano racconti legati l'uno all'altro, con i personaggi che si rincorrono tra una storia e l'altra.
E con poco di 25 euri mi piglio 4 libri. 3 novità e una sicurezza. Per la Groenlandia c'è tempo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ico, ma non ti prende mai la voglia di leggere qualcosa che non sia (la solita) narrativa?
Per esempio, chessso, gli scritti di Darwin, che ha scopato molto meno di Bukowski, ma che ha rivoluzionato molto di piu il sapere umano.

Ico Gattai ha detto...

Vediamo quello che possiamo fare.