sabato 4 maggio 2013

VANO, MODESTO, ROCK


Stasera a Pisa c'erano gli Appaloosa da una parte e gli Steeplejack da un'altra. Alta qualità nella filiera corta del rock. Il Dj set di Ufo al Colorificio Occupato (in apertura degli Steeplejack) mi ha fatto pensare che una modestia usata a mestiere può fare le veci di una vanità bella piena. Funziona così: conosci una ragazza da un po', ha gusti musicali sovrapponibili ai tuoi, ci parli di musica e lei ti dice -quante cose che sai!- tu fai lo gnorri imbranato, (il complimento ti ha esaltato), fai il modesto perché c'è un dj che sta mettendo una serie di pezzi bomba e ne conosci uno su sette. a dire tanto. Ogni pezzo chiedi e Ufo dice e te t'attacchi al nome che ti dice, per a lei raccontare qualcosa, qualcosa di lì vicino, nel fantastico mondo del rock and roll. Non riconosco David Bowie in un pezzo veloce, non riconoscerò mai i primi Xtc o il primo Julian Cope, e chi ha mai sentito parlare degli acidissimi Oh Sees o di Bob Vidone.... roba per palati da archeologi esploratori di civiltà spaziali nei meravigliosi venerdì nati troppo stanchi per andare oltre l'una. Li avete mai sentiti i Country Teasers?
Roadrunner di Jonathan Richman l'ho riconosciuta, però il film dove recita e suona Jonathan non me lo ricordo, e ho troppo sonno per andare su wikipedia.

Nessun commento: