domenica 23 giugno 2013

ALLEGRIA


Come promesso nel post precedente, vi dico come finiva il sogno. Quelli in corteo avevano occupato un capannone fra Calci e Caprona.
Il capannone era circondato dalla polizia.
I poliziotti per passare il tempo giocavano a scacchi.
Io volevo entrare a vedere. Non mi facevano passare.
Poi mi svegliai.

Qualcuno disse - siamo quasi un funerale - non so se per il numero delle persone o per il senso della cosa. 

Nessun commento: