venerdì 27 dicembre 2013

PSICONATALE


E' natale, il natale è banale, il banale fa male.
E allora cinema, introspezioniamoci in un film che sa di introspettivo.
Still Life.
Il protagonista ha una faccia incomprensibile, una vita piatta, un lavoro assurdo.
Una cosa che ha a che fare con la morte.
Con i morti che nessuno reclama.
I morti di nessuno.
Si occupa di loro, per il suo municipio.
Poi lo licenziano, sai com'è, tutto ha un costo, e noi siamo qui per ottimizzare.
C'è l'ultimo morto da sistemare, c'è da cercare i parenti, c'è da cercare gli amici. C'è da fargli un funerale come si deve.

Ma perché son così belli i cimiteri in Inghilterra?

foto da http://darkwingchun.wordpress.com/

4 commenti:

Carlo Ancilli ha detto...

grandissimo attore, fantastico in Happy-go-Lucky. Una Volta lo vidi in Tottenham Court Road mentre parlava con... Mike Leigh, li salutai cosi come so salutano gli amici e loro ricambiarono.
Auguri, Ico.

erika ha detto...

mi è piaciuto Still life,anche se a metà ho vacillato.
ho appena finito di vedere "il caso Carenes" che è pure molto bello
http://jahsonic.com/Christmas.jpg

Ico Gattai ha detto...

Grazie Carlo bonanno anche a te.

Carlo Ancilli ha detto...

Casomai passassi da Londra, fammi un fischio!
carlo_ancilli@yahoo.co.uk