martedì 25 febbraio 2014

TI PENTI COI SERPENTI


Ho visto un film che c'è un predicatore, folle ma convinto, che comanda i suoi adepti, e mentre predica c'ha il gruppo country che suona a tempo e lui, per dare quel tocco di verità ai suoi sermoni, si fa aiutare da serpenti velenosi che gli s'aggrovigliano alle braccia. Perché da qualche parte sulla bibbia ci sta scritto che chi ha la fede quella intensa il veleno non lo teme. Brother Billy il suo mestiere lo sa fare, e le patate son tutte sue. E' un ciarlatano col passato da nascondere, col presente che è una roulette russa, però il colpo non parte e dio c'è. Poi arrivano i nostri eroi, un marine alcolizzato e una ragazza masochista che cerca sua sorella caduta nelle grinfie della comunità religiosa, sui monti in culo ai lupi, in qualche impervia zona degli Stati Uniti d'America.
Ecco, volevo dire, il predicatore c'ha una faccia che me la sono sognata anche stanotte, una faccia un po' Tim Roth e un po' Laurel Hardy. Nel sogno non sembrava un tipo così pericoloso. E nel film, quand'era giovane, ascoltava Neil Young e se la spassava a New Orleans, poi sai, la redenzione fa brutti scherzi.

(Il film è del 2013, e l'ho visto da pochi giorni, probabilmente nel giorno in cui per davvero un predicatore è morto per un morso di un serpente velenoso, durante una cerimonia.... non ha voluto curarsi...)

foto 2013.napavalleyfilmfest.org

1 commento:

Ico Gattai ha detto...

le scene in bianco e nero del film sono prese da questo documentario del '67....
http://www.youtube.com/watch?v=nx8yXNGcE1Q