domenica 30 marzo 2014

RIPARTENZE


Continuo la terapia a base di film tristi dove non succede nulla. Eppure già dal minuto quattro decido che è un film che vale, sto parlando This is Martin Bonner. Bravi gli attori, uno che sa di Bill Murray e l'altro che sembra un incrocio tra John Travolta e Steve Buscemi. Murray coordina il reinserimento nella società civile dei detenuti a fine pena. E' una chiesa il suo datore di lavoro.
Buscemi s'è fatto dodici anni perché ha messo sotto qualcuno mentre guidava ubriaco.
Ma negli Stati Uniti, quando non si sa di cosa parlare, si parla dello stato dell'unione da cui si proviene? O di quello dove stanno i figli, o di quello originario di una fidanzata che non senti più da tempo?
E' un film che hai paura che da un momento all'altro uno dei due la possa far finita. Fifti-fifti.
Reno, Nevada, non appare come un posto esattamente vivo.

foto www.topboxdesign.com/

1 commento:

gina ha detto...

è qui che si postano i commenti che poi spariscono?