venerdì 6 febbraio 2015

SOPRAVVIVERE AL VELENO


Anonimo, non ci sei più, una semplice variazione nelle impostazioni e pluf! Sparisci come una monetina nello stagno, qualche cerchio che si allarga intorno alla tua scomparsa, poi niente, solo qualche patetico ricordo a fine serata. T'ho sempre immaginato come un insetto che cerca in tutti i modi di sopravvivere al proprio veleno, naturale al 50%. E un tempo questo veleno ti piaceva. Ora vorresti liberartene, ma è tardi. Dai, fai un respirone, e informati su quello che succede in Grecia. Se fossimo in Grecia saremmo in piazza, insieme, quasi amici. Ma un po' anonimo saresti anche lì, e il tuo veleno non ha nazione.

Nell'immagine un'incisione di Francesco Moretti.

Nessun commento: