mercoledì 6 maggio 2015

IL CINEMA DESERTICO


E allora vado al cinema.
In sala siamo in quattro, meglio.
Ci sono le pubblicità prima del film, roba locale, restauri e tapparelle.
Ma anche spot elettorali per le le elezioni regionali.
Con un po' di rammarico mi tocca ammettere che lo spot della candidata pd vince su quello del candidato della sinistra toscana, perché lui ci mette solo la faccia mentre lei ci mette la faccia però alla fine mangia i popcorn.
Il film? Non m'ha preso, il regista m'era piaciuto al film prima di questo e pensavo che forse... Però Turturro è fortissimo e m'ha fatto ridere parecchio.

3 commenti:

e. ha detto...

c'è molta cripticità su titoli di libri e film,in questi ultimi post

Ico Gattai ha detto...

Non l'ho fatto proprio esclusivamente di proposito, solo un po', e l'ho fatto per voi.

bart ha detto...

un film tristo, comunque se tu citi turturro io posso dire che m.buy non faceva troppo la parte di m.buy.