mercoledì 18 novembre 2015

PER FAR LA PACE CI VUOLE IL GHIACCIO


L'Islanda è più grande del Portogallo. In Islanda ci sta meno gente che a Firenze. In Islanda mi sa che non ci andrò mai, ma me la immagino così: freddo, poca gente, natura meravigliosa con magma e sbuffi di gas, a volte son balene e a volte sono geyser, rapporti umani difficili ma pacifici. Se dovessi pensare al luogo della terra più lontano e avverso alle guerre, penserei all'Islanda.
E allora vado a vedermi un film islandese, Rams. (che vuol dire arieti, o montoni).
Cambiate le sedie a questo cinema!
Proviamo a godercelo uguale, questo film.
In Islanda ci sono pecore con la migliore lana del mondo, o quasi. Solo che arriva un montone dalla Gran Bretagna e porta una brutta malattia, tutte le pecore vanno abbattute. La piccola comunità della sperduta valle dell'Islanda orientale è sconvolta, qualcuno pensa già a dove emigrare.
Ci sono due fratelli allevatori di pecore che non si parlano più da quarant'anni. Vivono a poche decine di metri di distanza, in quelle fattorie che d'inverno l'uscio si apre male che c'è un metro di neve davanti. Si comunicano mettendo dei fogli scritti in bocca al cane, l'ambasciatore di pace. La terribile novità dell'ovina malattia irreversibile costringe i due fratelli ad un drammatico confronto nella bufera sottozero, c'è un bene superiore da difendere, le pecore sono le ultime della specie autoctona. L'estinzione alle porte. Film piacevole, fatto di poche cose semplici, però il finale.... (una scelta calcolata o un rimedio degli ultimi minuti?)

1 commento:

Sburk ha detto...

comunque se non vuoi andare in islanda puoi sempre andare in nuova zelanda, sembra uguale dalla tua descrizione ma mano neve e gente simpatica