domenica 25 giugno 2017

SARDINIA KOLOSSAL



E' fuori.
S'è fatto 25 anni di galera.
Non si è pentito.
In carcere, durante la sua detenzione, in regime di 41-bis, ha anche tradotto Stato e Anarchia di Bakunin (dall'italiano al sardo)
E' l'unico detenuto ad essere riuscito a evadere dal carcere dell'Asinara (con un compagno di detenzione), la moglie lo va a prendere col gommone e insieme fanno ciao-ciao alla nostrana Alcatraz.
La moglie l'ha conosciuta a Bologna, dove era andato a studiare agraria e dove frequentò ambienti di autonomia.
Il bandito-studente. L'ultimo bandito sardo. Condannato a vent'anni per il sequestro Farouk Kassam, il bambino di sette anni a cui tagliò una porzione di padiglione auricolare. 
Non si considera un criminale italiano, sarda è la sua nazionalità perché la Sardegna è la sua nazione.
Gli hanno ammazzato la figlia, forse hanno sbagliato persona perché forse volevano uccidergli la moglie. Nessun colpevole.
Ma questa storia è già diventata romanzo e film, oppure c'è ancora da aspettare il prossimo colpo di scena?

(foto sardegnaturismo.it)

Nessun commento: